mercoledì 3 gennaio 2007

Bando di concorso per nuove idee

Al mio primo intervento dell'anno voglio segnalare un bando di concorso, indetto dal "Dipartimento per le politiche giovanili e le attività sportive" e promosso dalla Presidenza del consiglio dei ministri, per la realizzazione di idee innovative. Il bando prevede quattro aree tematiche: a) innovazione tecnologica; b) utilità sociale e impegno civile; c) sviluppo sostenibile; d) gestione di servizi urbani e territoriali per la qualità della vita dei giovani. Suppongo che molti progettisti siano interessati a fare qualche soldo visto che sono stati stanziati 2mil di €. Il bando comunque finanzierà le opere ritenute più meritevoli dall commissione. Il valore delle opere proposte però non dovrà superare i 50.000€ e comunque non saranno finanziati più di 35.000€ (quindi fatti due conti converrà restare sotto il tetto dei 35 mila in fase di progettazione a meno che non si abbiano altri finanziatori sicuri per i restanti 15).
Il motivo che mi ha spinto a segnalarlo è un pò polemico, visto che ne parlavamo con alcuni colleghi a fine anno. Io sono assolutamente scettico su queste erogazioni di soldi pubblici fatte così..a naso. Gli obbiettivi infatti, secondo me, sono abbastanza generalisti (sopratutto in "utilità sociale e impegno civile" ci posso far rientrare praticamente ogni progetto) ed inoltre non è molto chiaro se i contributi si distribuiscano ad una categoria in maniera maggiore rispetto ad un altra o, se i progetti presentati fossero preponderanti di una certa area tematica e ritenuti migliori quella potrebbe arraffarsi tutto lo stanziamento.
Io personalmente avrei distinto la cosa in quattro bandi specifici ognuno con il suo finanziamento in modo da non discriminare nessuna area. Poi detto sinceramente non è molto chiaro se le opere dovranno necessariamente essere realizzate. Mi sembra che la cosa sia un pò confusa. Si sarebbe dovuto procedere prima ad un concorso di segnalazione delle necessità sociali più meritevoli e poi da queste realizzare un bando più specifico delle opere da finanziare e realizzare. Per chiudere un breve esempio: posso anche presentare una richiesta di finanziamento di un bel parco tematico nella mia area territoriale, ottimo progetto, grandi finalità...ma poi si scopre che nell'area mancano alcuni servizi essenziali quali, che so, la mancanza di una scuola di specializzazione per una professione di cui l'area stessa ha enorme necessità...ecco in quel senso avrei prima indetto un bando per evidenziare le necessità dei giovani e solo dopo metterli alla prova per premiare le loro iniziative progettuali. E vero che si potrebbero fare anche con il suddetto bando ma francamente continuo a vederlo molto "raffazzonato" come idea.
Chi voglia leggerselo può andare nella pagina ufficiale che linko qui sotto: http://www.governo.it/Presidenza/bandi/bando_politiche_giovanili/giovani_idee.html , ci sono pure i pdf col contenuto integrale del bando.

Saluti,

Reason

3 commenti:

  1. Arch. Angela Baldanza29 gennaio, 2007 11:55

    In generale a me sembra che i premi siano attribuiti in partenza! Infatti la maggior parte dei bandi di concorso di "idee" richiedono , più che la progettazione, un vero e proprio corredo - carrozzone contenente grandi mezzi economici e garanzie curriculari che, in ogni caso, escludono in partenza giovani e "vecchi" architetti (progettisti) e si rivolgono solo a gruppi mastodontici che sono organizzati e costituiti per requisire quasi tutte le occasioni che il mercato offre.
    Ma le IDEE sono davvero solo lì?
    Molte volte il prodotto è carente di "padre" ma si presenta con vesti tecnologiche elefantiache non sempre giustificate che però fanno l'impressione che serve.
    Già si sa:il mondo delle apparenze va a braccetto con quello degli affari!
    Se si tornasse davvero a progettare si uscirebbe dalla logica becera che i buoni progettisti, necessariamente poveri, non possono accedere ai "CONCORSI D'IDEE" in quanto non hanno altro che la loro onesta preparazione e probabilmente si tornerebbe a guardare il territorio, il costruito ed il costruibile con atteggiamento scevro da intenzioni distorcenti il vero scopo come quelle che traspaiono spudoratamente da certi (molti) "BANDI".
    Forse bisogna leggerli come ...."messi al bando"?
    P.S.
    Il computer è un ottimo mezzo, ma solo quello!

    RispondiElimina
  2. La ringrazio di essere intervenuta architetto.
    Supponevo ormai che il mio post fosse scorso via quasi inosservato (neanche Joystar ha commentato, cosa strana visto che dopotutto il sito è il suo ed io dò solo una mano quando posso) invece ecco qui un interessantissimo commento.
    Non posso far altro che quotare tutto ciò che dice. Ha ragione da vendere. Purtroppo in italia non viene permesso al singolo professionista di potersi mettere in luce per quanto bravo possa essere. Mi viene sempre in mente l'esempio di Jean Nouvel il quale ricordava come sia diventato celebre vincendo da sconosciuto un concorso di idee e, pensando agli italiani, Piano diventò famoso fuori dall'italia. Chissà quanti altri Piano o Nouvel ci sarebbero in italia. Terrò la sua ultima frase come citazione nella mia agenda, con la speranza che le cose anche qui cambino.
    I miei migliori saluti.

    Giovanni (aka Reason)

    RispondiElimina
  3. Intervengo brevemente, dato che reason mi ha tirato in ballo. Non ho avuto tantissimo tempo in questo periodo ed è per quello che rispondo così in ritardo. Ma posso assicurare che controllo il blog/sito spessissimo e leggo tutto. Purtroppo il problema che evidenzia l'architetto Baldanza è la pura verità, una piaga che sta, secondo me, danneggiando le future prospettive dei progettisti in Italia....come si fa ad uscire dall'anonimato a far vedere ciò di cui si è capaci se non viene data la possibilità?

    Per chiudere, il post scriptum mi ha ricordato quello che mi diceva sempre il mio "mentore" cioè che il computer è solo uno strumento e come tutti gli strumenti dobbiamo cercare si di averne la miglior padronanza possibile ma rimangono, appunto, solo strumenti. Oggi ci si stà convincendo troppo che a render molto realistici ed iperpefetti corrisponda anche la buona pregettazione. Nulla di più sbagliato.

    Joystar

    RispondiElimina

Grazie per aver lasciato un commento su Correnti d'Architettura. Joystar